Un’attesa chiamata Bianca

Mancano due mesi alla nascita di Bianca e i futuri genitori hanno voluto ricordare questo momento: si sono regalati degli scatti privatissimi per celebrare l’allargamento della loro famiglia. Un piccolo momento tranquillo e sereno per una coppia che ho avuto il piacere di seguire durante i preparativi del loro matrimonio che si è svolto il 20 Dicembre 2014.

Ne è nato così un ritratto in un sabato pomeriggio di fine autunno delicato da colori sofisticati e giudici-70tenui. Ecco perché non è servito un allestimento particolarmente opulento, ma solo alcuni oggetti ben scelti e che hanno trasmesso amore: le scarpine di Bianca erano molto indicate perché abbinate alle rose bianche eleganti scelte per lo shooting; oltre a questa tipologia, abbiamo scelto anche rose di color rosa antico, una lavagnetta con il nome della bambina. Una fotografia molto delicata è rappresentata dalla coroncina appoggiata alla pancia della mamma per simboleggiare la sua presenza.

Ci ha fatto da sfondo uno dei più vasti parchi cittadini milanese; abbiamo utilizzato quindi il gioco di colori degli alberi e delle foglie che stanno cambiando per l’autunno e per l’arrivo del primo freddo.

Il servizio fotografico di maternity celebra un grande momento nella vita di una coppia. Ormai Emanuela e Davide sono molto a loro agio davanti alla fotocamera (anche se Emanuela non ama farsi fotografare): dopo un servizio di engagement a Portofino, il servizio matrimoniale, il maternity è stato un bel momento di ritrovarsi.

Ma le fotografie non erano fini a loro stesse, ma sono connesse ad una festa a sorpresa che ho organizzato grazie all’aiuto della futura nonna: abbiamo unito la lieta novella e il compleanno organizzando un babyshower sui generis di cui vi racconterò in una prossima puntata.