Una dolcezza di confetto

Tutti intorno al tavolo, ecco che gli invitati mostrano uno sguardo pronto e hanno in mano un sacchetto o un cono: stanno facendo una perlustrazione delle leccornie, pronte ad essere assaggiate.

E’ il momento divertente e goloso di un qualsiasi evento: la confettata, dove i confetti nei diversissimi gusti hanno un ruolo di eccezione, dominano per colori, forme e profumi. Ormai la scelta dei gusti e dei sapori è immensa.

Il contenitore nelle sue forme diventa anche una piccola dispensa per addolcire ed agevolare il viaggio di ritorno a casa.

Con gli sposi e con i genitori dei bimbi festeggiati, organizzo spesso una degustazione: ci aiuta a creare la lista dei migliori gusti e sapori per creare la confettata. Di solito l’allestimento segue, sia per colori che per materiali il tema dell’evento; ecco perché di solito è uno degli aspetti che curo maggiormente.

La confettata non delude mai e non fa mai prigionieri: riesce a soddisfare anche i palati più esperti e anche coloro che non si lasciano mai andare o  coloro che amano sperimentare.

I gusti sono diversi: dalla mandorla siciliana d’avola pelata, passando attraverso gusti alla frutta, per poi lasciarsi guidare da cioccolato e simili, gettandosi anche su gusti assolutamente diversi come peperoncino e limoncello.

Ormai la confettata è un momento fondamentale che tutti aspettano e che deve essere progettata in tempo. Se accompagnata poi dalle trasparenze dei vasi e dai segnagusto, appoggiati su una tovaglia di pizzo bianca, acquista sempre un fascino particolare. E prepara alla torta nuziale!

 

Un matrimonio al profumo…di lavanda

Erika e Marco sono una coppia affiatata: il loro matrimonio arriva in un momento importante della vita a due come coronamento di una convivenza durata 13 anni, allietata anche da Diego un bel bambino di 7 anni.
Il loro legame è stato celebrato direttamente dalla sorella dello sposo, in una cerimonia molto personalizzata dove si sono alternati nella giusta misura musica, discorsi e tante lacrime: le promesse personali sono state molto intense.
Ci sono stati due giorni di festeggiamenti, in una location in esclusiva: il sabato pomeriggio, gli sposi insieme ai genitori e testimoni si sono rilassati godendo di un percorso benessere nella SPA della location, a cui è seguita una cena. La domenica si è svolto il matrimonio a pranzo.
Il tema del matrimonio di Erika e Marco è rappresentato dalla lavanda che ho declinato in profumi, colori, nastri, centrotavola, bouquet, allestimento. Anche il vestito da sposa richiamava il color lavanda, in un capo unico creato da Samanthakhan Tihsler che ricalcava perfettamente le idee della sposa e la sua attenzione all’ambiente (il tessuto scelto infatti è ottenuto dalla lavorazione dell’ortica)
La location  riesce ad unire il lato agreste ed elegante: ho cercato di personalizzare al meglio tutto l’evento, trovando estrema collaborazione da parte dello staff. Il mix di questi due elementi è ben rispecchiata dalla sala del ricevimento dove sottopiatti e sedie trasparenti aiutavano a far trasparire il colore del mattone a vista e del legno.
Il profumo della lavanda aveva invaso gli spazi della location!
La sweet table è stata allestita al centro di una sala, su di un tavolo rotondo: dominata dal colore glicine e da gusti molto particolari, come nocciola, uva rossa e frutti di bosco, che hanno tenuto conto della stagionalità. Tutto accompagnato anche da un candy bar per i bambini.
Una nota particolare merita il guestbook: si chiedeva agli invitati di lasciare la propria impronta su di un disegno che raffigurava un albero. Ovviamente gli inchiostri erano nei toni del lilla!